Surf in Versilia: un nuovo lato della Toscana

Versilia: mare, vita notturna e surf. Scopri le Migliori Offerte e Prenota Subito con un Click!

Prenota Subito!

   Siamo abituati a pensare ai surfisti che con la loro tavola cavalcano onde spaventose, in parti del mondo che a volte possiamo vedere solo nei film, immaginare con la forza della nostra fantasia. Uno sport, il surf, più antico di quanto non si possa pensare, se è vero che le prime testimonianze sono addirittura del capitano James Cook (proprio lui, l’uomo che durante il terzo viaggio nel pacifico ha scoperto
le Hawaii, nel 1778). La storia ci racconta che i polinesiani si divertivano tantissimo a far scivolare sulle onde queste rudimentali tavole di legno. In hawaiiano, dopotutto, il surf è chiamato he'e nalu, il cui significato è “scivolare sulle onde”.

Dalle Hawaii al resto del mondo il surf si diffonde grazie a Duke Kahanamoku, nuotatore hawaiiano medaglia d’oro alle olimpiadi di Stoccolma e Anversa, il quale, durante i suoi viaggi portò con sé la tavola personale per “scivolare sulle onde” davanti agli occhi di spettatori meravigliati. Dalle Hawaii al resto del mondo. Anche in Italia, quindi. Sì, forse è uno sport che dalle nostre parti deve ancora esplodere del tutto, ma anche noi possiamo vantare una tradizione di non poco conto. E sono recenti le imprese del giovane Leonardo Fioravanti, visto che nel 2015 si è aggiudicato il titolo di campione del mondo nella categoria under 18. Possiamo guardare con un certo ottimismo alle olimpiadi di Tokyo 2020, perché il surf entra di diritto nel medagliere. Dal surf alla Versilia il passo è breve. Perché? Be’, perché la Toscana è una delle regioni maggiormente attrezzate per questo sport. Pensate che ci sono circoli attivi da oltre trent’anni, segno che l’attività si svolge con buona professionalità. La Versilia, regione a nord-occidentale della Toscana, è famosa per il turismo, per il mare dorato e per i numerosi locali che offrono a tutti una movimentata vita notturna.

surf versilia

   Lo sport e il divertimento da queste parti sono una cosa sola. Ma non dobbiamo dimenticare che non c’è solo spazio per il relax e per quei luoghi resi famosi da molti film cult. Alcuni comuni, infatti, discostandosi un po’ dal gruppo, hanno deciso di puntare su un tipo di turismo più impegnato, culturale. È il caso del comune di Pietrasanta, per esempio. Non è un caso che ne abbia parlato anche un grandissimo poeta:

“Quel che mi piace è Pietrasanta: bellissima cittadina, con piazza unica, una cattedrale da grande città,
e, sfondo, le Alpi Apuane. E che paese all'intorno!”

Parola di Giosuè Carducci. E non è poco. Be’, lui a Pietrasanta c’è nato, quindi forse era un po’ di parte, ma noi la pensiamo come lui. Carducci immagino non facesse surf, ma magari i luoghi che lui stesso ha amato piaceranno anche a voi. Male che vada, c’è sempre Forte dei Marmi. Qui non manca davvero nulla! Cerca la tavola da surf che fa per te su Sharewood e viaggia leggero alla scoperta della Toscana!